Un individuo sconosciuto ha firmato un messaggio associato al blocco 1.018 di BTC, la ricompensa è stata coniata 16 giorni dopo che Satoshi ha lanciato Bitcoin - Bitcoin News

Il 15 novembre 2022, è stato creato un post sul sito Web del forum bitcointalk.org e il creatore del thread ha chiesto alle persone di condividere le firme legate ad alcuni dei loro blocchi bitcoin estratti più vecchi. 11 giorni dopo, un profilo bitcointalk.org appena creato, chiamato "Onesignature", ha condiviso un messaggio firmato collegato a un premio di blocco estremamente vecchio creato il 19 gennaio 2009. La chiave è stata associata al blocco bitcoin 1.018 che è stato creato 16 giorni dopo Satoshi Nakamoto ha lanciato la rete.

Un individuo misterioso firma un messaggio legato a una ricompensa in blocco creata il 19 gennaio 2009

Un utente sconosciuto di bitcointalk.org chiamato "Una firma”, firmato un messaggio legato al blocco bitcoin 1.018, un premio di blocco bitcoin estremamente vecchio che è stato creato il 19 gennaio 2009. La firma del blocco è stata scoperta dal proprietario di bitcoin.org, il personaggio pseudonimo noto come "Cobra". "Un utente 'Onesignature' è apparso e ha pubblicato la firma per una chiave associata al blocco #1,018", ha twittato Cobra. "Per il contesto, ci sono probabilmente una manciata di persone al mondo che possono firmare con una chiave del gennaio 2009", Cobra aggiunto.

Un individuo sconosciuto ha firmato un messaggio associato al blocco 1.018 di BTC, la ricompensa è stata coniata 16 giorni dopo che Satoshi ha lanciato BitcoinIl messaggio firmato condiviso da Onesignature il 22 novembre 2022.

Il post di bitcointalk.org mostra che il messaggio firmato condiviso dell'utente Onesignature era a indirizzo bitcoin che è stato visto per la prima volta il 2 dicembre 2022. Il BTC L'indirizzo "1E9Yw" ha visto alcune transazioni di polvere inviate al portafoglio dal giorno in cui è stato visto per la prima volta. La firma (HCsBcgB+Wcm8kOGMH8IpNeg0H4gjCrlqwDf/GlSXphZGBYxm0QkKEPhh9DTJRp2IDNUhVr0FhP9qCqo2W0recNM=) è associata all'indirizzo bitcoin “1NChf.” L'indirizzo ha mantenuto la ricompensa in blocco (1.018) nel portafoglio fino al 14 giugno 2011.

Un individuo sconosciuto ha firmato un messaggio associato al blocco 1.018 di BTC, la ricompensa è stata coniata 16 giorni dopo che Satoshi ha lanciato BitcoinLe persone possono verificare la firma di Onesignature o qualsiasi firma utilizzando lo strumento di verifica di Bitcoin.com.

Inoltre, un utente ha scoperto che le monete estratte, trasferite nel 2011, avevano anche "chiavi private di indirizzi estratti prima dell'indirizzo sopra indicato". Le persone nel post si chiedevano se l'utente Onesignature fosse effettivamente Satoshi Nakamoto, ma Cobra ha spiegato su Twitter che l'indirizzo non era un "blocco Patoshi", un blocco associato al creatore di Bitcoin, e ha osservato che era "improbabile che fosse Satoshi".

Un individuo sconosciuto ha firmato un messaggio associato al blocco 1.018 di BTC, la ricompensa è stata coniata 16 giorni dopo che Satoshi ha lanciato BitcoinL'account Twitter "Onesignature" creato nell'ottobre 2009 è impostato come privato. Solo i follower possono leggere i tweet di Onesignature e l'account ha un solo follower.

"Mentre molte persone *avrebbero potuto* estrarre Bitcoin così presto, le prove schiaccianti suggeriscono che quasi nessuno l'ha fatto", Cobra aggiunto. "Bitcoin era oscuro, irrilevante e visto come un'idea stupida, perché installare un file .exe casuale?" Nel thread Twitter di Cobra, l'informatore pseudonimo noto come "Fatman" disse il vecchio indirizzo potrebbe essere stato acquistato da qualcuno in un secondo momento. Fatman ha condiviso un vecchio screenshot di bitcointalk.org che mostra qualcuno che nota che "molte vecchie chiavi sono state vendute o trapelate".

Inoltre, è stato anche scoperto che esiste un account Twitter e utilizza il nome "@onesignature.” L'account Twitter, chiamato anche "Andy", è stato creato per coincidenza nell'ottobre 2009 e l'immagine del profilo dell'account dice "non fidarti di nessuno".

Un individuo sconosciuto ha firmato un messaggio associato al blocco 1.018 di BTC, la ricompensa è stata coniata 16 giorni dopo che Satoshi ha lanciato BitcoinL'articolo di Andy Greenberg evidenzia uno "screenshot del client del portafoglio Bitcoin di Hal Finney, che mostra il primo trasferimento bitcoin". Alcuni dei blocchi bitcoin estratti nell'immagine erano associati al txid: "567a9a7f9191db644a09985fad113dd6ee770eac69454317430e694305be9c56", che è anche associato all'indirizzo del blocco 1.018.

Nel thread bitcointalk.org, un utente ha anche notato che l'indirizzo firmato era associato a una serie di ricompense in blocco menzionato e fotografato in un articolo di Forbes scritto da Andy Greenberg. L'articolo parla di uno dei primi utilizzatori di Bitcoin, Hal Finney. I membri di Bitcointalk.org hanno anche ipotizzato che l'indirizzo fosse in qualche modo associato allo sviluppatore Bitcoin ormai defunto.

Rispondendo a Fatman venerdì, Cobra disse che se Onesignature avesse "acquistato una chiave del gennaio 2009, sarebbero stati sommersi da enormi offerte". "Qualcuno sta cercando di fare una dichiarazione audace", Cobra aggiunto.

Tag in questa storia

indirizzo, Bitcoin, blocchi Bitcoin (BTC), Bitcoin's Inventor, blocco 1018, Block reward, BTC, Cobra, primi blocchi, Fatman, Hal Finney, 19 gennaio 2009, firma del messaggio, Vecchio blocco, Onesignature, Satoshi Nakamoto, Messaggio firmato, Twitter, Portafoglio

Cosa ne pensi di Onesignature che firma un antico blocco bitcoin del 2009? Fateci sapere cosa ne pensate di questo argomento nella sezione commenti qui sotto.

Jamie Redman

Jamie Redman è News Lead di Bitcoin.com News e giornalista di tecnologia finanziaria che vive in Florida. Redman è un membro attivo della comunità delle criptovalute dal 2011. Ha una passione per Bitcoin, codice open-source e applicazioni decentralizzate. Da settembre 2015, Redman ha scritto più di 6.000 articoli per Bitcoin.com News sui protocolli dirompenti che emergono oggi.


Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un'offerta diretta o una sollecitazione di un'offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. Bitcoin.com non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscale, legale o contabile. Né la società né l'autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per eventuali danni o perdite causati o presumibilmente causati da o in connessione con l'uso o l'affidamento a qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Notizie più popolari

Nel caso te lo fossi perso



Collegamento alla fonte

Autore

  • Guglielmo Foster

    William Foster è un redattore per la regione dell'Asia centrale e dell'Europa. In precedenza ha lavorato come redattore presso Acuris (Mergermarket) dove era responsabile di documenti su startup, accordi di private equity, raccolta fondi, sviluppi e direzione editoriale. Il suo periodo più memorabile è stato alla Reuters, dove è stato sia reporter che redattore per vari team.

Caricamento dati ...
Confronto
Visualizza grafico confrontare
Visualizza tabella confrontare
it_ITItaliano