La regolamentazione delle criptovalute "dovrebbe essere combinata con l'istruzione", afferma il principale dirigente di Wadzpay - Intervista Bitcoin News

Il crollo dell'impero Terra di Do Kwon a maggio e l'FTX di Sam Bankman-Fried all'inizio di novembre 2022 saranno ricordati come due incidenti che hanno messo in difficoltà l'industria delle criptovalute. È ora ampiamente previsto che le autorità di regolamentazione di tutto il mondo utilizzeranno i due incidenti per giustificare l'istituzione di regimi normativi che potrebbero soffocare l'ulteriore innovazione. Ciò nonostante, una società di pagamenti blockchain con sede a Singapore, Wadzpay, ha collaborato con Geidea fintech dell'Arabia Saudita per fornire soluzioni finanziarie ai pellegrini diretti alla Mecca.

Fornire un'esperienza di pagamento all'avanguardia ai visitatori

Di fronte all'inevitabile, alcuni attori del settore delle criptovalute affermano che regolamenti più severi non fermeranno le criptovalute e la loro tecnologia sottostante: la blockchain. Sottolineano come le valute digitali siano state determinanti nell'abbassare il costo della rimessa di fondi all'interno e all'esterno dei confini nazionali. Secondo questo punto di vista, la facilità e la velocità di spostamento dei fondi oltre confine è un altro attributo chiave che rende le valute digitali e la blockchain una parte indispensabile dei moderni sistemi di pagamento.

Sono questi e altri attributi delle valute digitali che sostengono il loro fascino anche se le autorità di regolamentazione stanno cercando di balzare e alcune società di criptovalute stanno cercando di trovare o espandersi in nuovi mercati e nicchie.

Ad esempio, Wadzpay, una società con sede a Singapore che gestisce un ecosistema di pagamenti interoperabile basato su blockchain, ha collaborato con la fintech dell'Arabia Saudita Geidea per fornire una "esperienza di pagamento all'avanguardia" per i pellegrini che si recano alla Mecca. Khaled Moharem, presidente di Wadzpay per il Medio Oriente e il Nord Africa (MENA), ha spiegato a Bitcoin.com News come la partnership della sua azienda con Geidea consenta ai pellegrini dell'Hajj con portafogli di moneta elettronica di gestire meglio le proprie spese.

Oltre a evidenziare l'impatto delle soluzioni di pagamento delle due aziende, Moharem, un professionista della finanza di lunga data, ha anche condiviso le sue opinioni su argomenti che vanno dal collasso FTX alla regolamentazione del settore delle criptovalute.

Bitcoin.com News (BCN): Recentemente è stato annunciato che la tua organizzazione ha collaborato con una fintech con sede in Arabia Saudita, Geidea, per fornire ai futuri pellegrini dell'Hajj quella che è stata descritta come un'esperienza di pagamento all'avanguardia per i visitatori. Puoi iniziare spiegando perché e in che modo la tua soluzione di pagamento semplifica le cose per i pellegrini dell'Hajj?

Khaled Moharem (KM): Grazie, sì, la partnership è per supportare i pagamenti digitali per i pellegrini. In linea con la Saudi Vision 2030, la partnership è stata forgiata sullo sfondo dell'obiettivo del governo saudita di ospitare 30 milioni di pellegrini Hajj e Umrah entro il 2030.

L'annuale pellegrinaggio islamico alla Mecca è considerato il più grande raduno del mondo, attirando circa 2,5 milioni di pellegrini nel 2019 (secondo Statista) prima che la pandemia di Covid-19 innescasse i blocchi globali. Secondo l'ultimo Global Destination Cities Index di Mastercard, la Mecca, la città più sacra per i musulmani, ha generato circa $20 miliardi di dollari di turisti nel 2018.

Attualmente, i pellegrini devono far fronte a commissioni elevate quando effettuano pagamenti tradizionali o prelievi all'estero o devono portare con sé denaro contante, il che non è conveniente per lunghi pellegrinaggi. La combinazione delle soluzioni Wadzpay e Geidea cerca di fornire a questi pellegrini portafogli di moneta elettronica per consentire una migliore gestione delle spese con pagamenti supportati attraverso la sicurezza della blockchain.

La nostra soluzione garantisce che i pellegrini possano caricare i loro portafogli nel loro paese d'origine e possano godersi appieno il loro pellegrinaggio senza doversi preoccupare di avere a che fare con fiat. Risparmieranno sulle commissioni godendo di un'esperienza di pagamento senza interruzioni.

BCN: Cosa ti ha spinto a creare una soluzione che utilizza blockchain?

km: Il nostro partner, Geidea, ha più di un milione di terminali POS [point-of-sale] in tutta l'Arabia Saudita; la consideriamo un'opportunità per i pellegrini di effettuare pagamenti senza limiti di valuta o di rete. Blockchain è un libro mastro distribuito e sicuro che conserva un registro decentralizzato di ogni transazione; la tecnologia può migliorare significativamente la collaborazione e semplificare i processi. La combinazione della portata di Geidea e della natura della tecnologia blockchain porta a un'incredibile opportunità.

Il mercato dei pellegrini è una parte essenziale dell'economia saudita. Questa mossa sbloccherà un vasto successo commerciale delle PMI per i commercianti di tutto il Regno e renderà l'esperienza di pagamento per i pellegrini più veloce, più sicura e tracciabile. Grazie al potere della blockchain, siamo anche in grado di migliorare i profitti del commerciante attraverso pagamenti rapidi e commissioni più basse.

BCN: Cosa rivela la proposta di Wadzpay di utilizzare la blockchain per facilitare i pagamenti sulle prospettive della tecnologia nel Regno dell'Arabia Saudita?

km: L'Arabia Saudita sta cercando di accelerare la propria trasformazione digitale. La banca centrale ha guardato ai trasferimenti basati su blockchain, così come l'autorità monetaria dell'Arabia Saudita. Le applicazioni della tecnologia blockchain in varie [aree] importanti sono illimitate: che si tratti di logistica, petrolio, istruzione o servizi pubblici.

Riteniamo che esistano casi d'uso della blockchain che hanno un impatto diretto sul P&L [profitti e perdite] e possono risolvere molte opportunità di business esistenti nel Regno.

BCN: L'industria delle criptovalute ha avuto in gran parte un brutto anno - il crollo di Terra/Luna e più recentemente di FTX - e alcuni ritengono che ciò influisca sullo slancio dell'adozione. Altri credono che il peggio debba ancora venire e che, a meno che il settore non sia strettamente regolamentato, un numero maggiore di utenti cadrà vittima di truffatori di criptovalute. Sei d'accordo che l'industria non ha ancora visto il peggio?

km: Siamo molto favorevoli alla regolamentazione. I regolamenti stabiliscono linee guida chiare su cui operare e aiutano a limitare le frodi.

BCN: Sei d'accordo sul fatto che normative più severe renderanno le criptovalute molto più sicure per gli utenti?

km: Tutte le industrie hanno bisogno di "pecore cattive" oltre alla regolamentazione, è essenziale avere l'istruzione per evitare di cadere vittima di vari schemi. La regolamentazione dovrebbe essere combinata con l'istruzione (proprio come nel mondo delle valute fiat, è importante essere consapevoli e non mettere a rischio i propri fondi).

BCN: Secondo lei, come può l'industria riprendersi dall'impatto dannoso del crollo di Terra e ora di FTX?

km: L'anno ha certamente avuto alcuni eventi negativi (oltre a molti sviluppi positivi). Come azienda, ci assicuriamo di evitare alcuni dei rischi che possono prevalere in questo settore. Ad esempio, utilizziamo stablecoin garantiti da asset, al contrario delle monete algoritmiche che erano Terra/Luna.

Allo stesso modo, per ridurre il rischio, assicuriamo che i fondi dei clienti siano detenuti presso depositari assicurati piuttosto che in borsa. Ciò garantisce sicurezza e responsabilità.

Alla fine della giornata, la blockchain è una tecnologia mentre la crittografia ne è solo un'applicazione. Anche se i prezzi potrebbero essere influenzati dalla volatilità delle valute digitali, riteniamo che questa tecnologia trasformativa e i suoi ampi utilizzi prevarranno. Ci concentriamo sempre sulla tecnologia, non sulla speculazione.

Tag in questa storia

monete algoritmiche, Blockchain, Covid, Regolamento crittografico, Valuta digitale, Collasso FTX, Geidea, Hajj, Autorità monetaria dell'Arabia Saudita, Stablecoin, Wadzpay

Cosa ne pensi di questa intervista? Fateci sapere cosa ne pensate nella sezione commenti qui sotto.

Terence Zimwara

Terence Zimwara è un giornalista, autore e scrittore pluripremiato dello Zimbabwe. Ha scritto molto sui problemi economici di alcuni paesi africani e su come le valute digitali possono fornire agli africani una via di fuga.








Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons, SAMAREEN / Shutterstock.com

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un'offerta diretta o una sollecitazione di un'offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. Bitcoin.com non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscale, legale o contabile. Né la società né l'autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per eventuali danni o perdite causati o presumibilmente causati da o in connessione con l'uso o l'affidamento a qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Notizie più popolari

Nel caso te lo fossi perso



Collegamento alla fonte

Autore

  • Guglielmo Foster

    William Foster è un redattore per la regione dell'Asia centrale e dell'Europa. In precedenza ha lavorato come redattore presso Acuris (Mergermarket) dove era responsabile di documenti su startup, accordi di private equity, raccolta fondi, sviluppi e direzione editoriale. Il suo periodo più memorabile è stato alla Reuters, dove è stato sia reporter che redattore per vari team.

Caricamento dati ...
Confronto
Visualizza grafico confrontare
Visualizza tabella confrontare
it_ITItaliano